Rivoluzione digitale su quattro ruote: come i Passaporti Digitali stanno trasformando il settore automotive

Nel Piano d’azione per l’economia circolare (CEAP – Circular Economy Action Plan) e nella proposta di Regolamento sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti sostenibili (ESPR – Ecodesign for Sustainable Products Regulation), il Passaporto Digitale è considerato una soluzione di grande interesse per la Commissione Europea. Questo nuovo strumento mira non solo a promuovere l’economia circolare e sostenibile, ma anche a garantire l’origine e l’autenticità dei prodotti scambiati sul mercato. Ciò comporterà numerosi vantaggi per le aziende, tra cui una maggiore protezione dei propri prodotti (ad esempio, evitando le contraffazioni o garantendo determinati livelli qualitativi) e un rapporto più solido con la clientela.

Il settore automobilistico è uno dei principali beneficiari di questa iniziativa, poiché il Passaporto Digitale offre un metodo efficiente per tracciare e autenticare la storia dei veicoli, dalla produzione alla fine del loro ciclo di vita. In questo articolo, esploreremo le varie applicazioni e i benefici del Passaporto Digitale basato sulla tecnologia blockchain nel settore automobilistico.

Indice argomenti

1. Il Passaporto Digitale: sicurezza e trasparenza nel ciclo di vita dei veicoli

Il Passaporto Digitale per i veicoli, sfruttando la tecnologia blockchain, offre una soluzione innovativa per la gestione delle informazioni veicolari. Questa tecnologia permette di registrare in modo sicuro e inalterabile ogni dettaglio significativo relativo alla vita di un veicolo, dalla sua produzione fino alla rottamazione. Ogni evento chiave, come l’assemblaggio in fabbrica, la manutenzione periodica, o il passaggio di proprietà, viene registrato come una transazione univoca sulla blockchain. Queste transazioni, crittografate e collegate in sequenza cronologica, formano un registro completo e indiscutibile della storia del veicolo.

La particolarità della blockchain risiede nella sua struttura distribuita e nella crittografia avanzata, che insieme garantiscono l’integrità e la sicurezza dei dati. Solo gli utenti autorizzati, tramite meccanismi di accesso specifici, possono consultare o aggiornare le informazioni, garantendo privacy e trasparenza. In questo modo, il Passaporto Digitale diventa uno strumento potente contro frodi e manipolazioni, offrendo una fonte affidabile di informazioni per concessionari, acquirenti, e proprietari di veicoli.

Questa tecnologia non solo migliora l’affidabilità delle informazioni veicolari ma apre anche la strada a nuove possibilità di gestione e valorizzazione dei veicoli, e dei relativi dati,  nel loro intero ciclo di vita.

2. Vantaggi del Passaporto Digitale

L’adozione del Passaporto Digitale nel settore automobilistico ha il potenziale per trasformare radicalmente l’intera esperienza del cliente ed i modelli di business. Questa tecnologia presenta una serie di applicazioni specifiche che possono portare benefici tangibili sia per i consumatori, sia per le aziende automobilistiche, sia per altri stakeholder.

Correttezza delle informazioni sul chilometraggio

Una delle più immediate applicazioni è la registrazione delle informazioni che riguardano il chilometraggio del veicolo in un dato momento. Grazie alla tecnologia blockchain, il chilometraggio registrato nel Passaporto Digitale diventa inalterabile e facilmente verificabile. Un certo numero di registrazioni dei chilometri nel tempo, ad esempio anche solo ogni anno,  rende impossibile la manipolazione del contachilometri, una pratica comune nel mercato dei veicoli usati, garantendo transazioni più sicure e affidabili per i consumatori.

Tracciabilità della manutenzione e delle riparazioni

Il Passaporto Digitale può consentire anche la tracciabilità completa della manutenzione e delle riparazioni del veicolo. Ogni intervento, dall’ordinaria manutenzione programmata alle riparazioni straordinarie, può essere registrato sulla blockchain insieme ad altri dettagli quali, per esempio, i codici dei pezzi di ricambio utilizzati. Questi codici, che possono essere registrati nativamente nel passaporto del veicolo come elementi dell’equipaggiamento originale o inseriti successivamente nel corso delle attività manutentive, rendono il processo di riordino nel tempo semplice e preciso, indipendentemente dal fatto che si vogliano ordinare ricambi originali o ricambi alternativi di qualità corrispondente. Sarebbe infine possibile tracciare completamente i componenti sostituiti, che potrebbero essere riparati e riutilizzati oppure scartati, ma con uno smaltimento certificato e trasparente, nell’ottica di un’economia circolare e sostenibile.

Miglioramento dei servizi post-vendita

Le informazioni registrate nel Passaporto Digitale del veicolo non solo contribuiscono a portare maggiore trasparenza e fiducia sul mercato ma rendono anche più efficiente e trasparente tutta la filiera portando vantaggi a tutti gli stakeholder. Un veicolo dotato di un suo Passaporto Digitale contenente la tracciatura delle informazioni più importanti può anche migliorare i servizi post-vendita offerti dalle concessionarie e dai centri di assistenza autorizzati. Per esempio, con l’accesso immediato alla conoscenza della storia del veicolo, i carrozzieri potrebbero diagnosticare e risolvere i problemi più rapidamente ed efficacemente, riducendo i tempi di fermo del veicolo e migliorando complessivamente l’esperienza del cliente.

Opportunità di Marketing e coinvolgimento del cliente

Infine, il Passaporto Digitale apre nuove opportunità di marketing e coinvolgimento del cliente mai viste prima: non solo per i brand automobilistici ma anche per operatori come i distributori di ricambi, reti autoriparative, noleggiatori a lungo termine e così via. Attraverso l’uso di “token” (gettoni digitali che rappresentano diritti, proprietà o valori in ambiente digitale) e applicazioni basate sulla tecnologia “web3” (la nuova generazione di servizi internet per applicazioni decentralizzate che operano su blockchain), le aziende possono creare programmi di fedeltà, offrire incentivi per la manutenzione regolare e costruire comunità di appassionati intorno al marchio. Questa strategia non solo aumenta l’engagement del cliente, ovvero il livello di coinvolgimento e interazione con il marchio, ma può anche generare nuove fonti di ricavo e differenziare ulteriormente il marchio automobilistico sul mercato.

Crescita del valore nel tempo

Le informazioni dettagliate e autentiche contenute nel Passaporto Digitale non solo valorizzano il veicolo nel presente ma ne accrescono significativamente il valore nel futuro, specialmente quando questi diventeranno pezzi da collezione. La documentazione completa e verificabile di ogni interazione con il veicolo è un fattore chiave per gli appassionati e i collezionisti, rendendo le auto dotate di questo Passaporto particolarmente preziose come auto storiche. Questa innovazione non solo migliora l’esperienza dei proprietari attuali ma assicura anche che queste vetture siano celebrate e valorizzate dalle future generazioni di appassionati.

3. Casi di successo del Passaporto Digitale nel settore automobilistico

L’adozione del Passaporto Digitale nel settore automobilistico ha portato a iniziative innovative da parte di brand automobilistici leader come Alfa Romeo e BMW, che hanno introdotto soluzioni su blockchain per migliorare la trasparenza e la sicurezza delle informazioni sui veicoli.

Alfa Romeo e il Passaporto Digitale per Tonale

Nel panorama dell’innovazione automobilistica, il 2022 ha segnato un momento storico grazie alla collaborazione tra KNOBS e Stellantis, culminata nella realizzazione di uno dei primi passaporti digitali per un autoveicolo: quello dell’Alfa Romeo Tonale. Questo traguardo ha rappresentato un vero punto di svolta nell’industria automotive, segnando l’ingresso ufficiale del brand Alfa Romeo nell’era del Web3 e stabilendo nuovi standard di sicurezza, trasparenza e innovazione.

Questa tecnologia, estesa anche ai modelli Stelvio e Giulia, consente di certificare la vita di ogni veicolo, dalla sua nascita in fabbrica all’aggiornamento dei chilometri percorsi, e rende possibile estensioni come il tracciamento delle visite in officina, degli interventi effettuati, dei ricambi applicati e così via. Con la sicurezza che queste informazioni siano protette da modifiche e falsificazioni: l’acquirente ha la certezza di ciò che sta ottenendo, e viene eliminato il rischio di brutte sorprese.

BMW e VerifyCar per la verifica dell'autenticità

BMW ha sviluppato VerifyCar, una soluzione basata su blockchain per verificare l’autenticità del chilometraggio e della manutenzione dei veicoli usati. Questa piattaforma consente ai proprietari di veicoli BMW di registrare in modo sicuro e trasparente la storia del proprio veicolo sulla blockchain, consentendo una verifica indipendente e affidabile della sua storia passata. Ciò aiuta a prevenire pratiche fraudolente come la manipolazione del contachilometri e fornisce ai potenziali acquirenti una maggiore fiducia nell’acquisto di veicoli usati. Inoltre, BMW ha indicato che VerifyCar è solo il primo passo verso l’implementazione di soluzioni blockchain per la tracciabilità e la sicurezza dei veicoli, suggerendo che ulteriori innovazioni potrebbero essere in arrivo nel prossimo futuro.

Ford e l’EV Blockchain Battery Passport pilot

Everledger ha sviluppato per Ford un sistema di tracciabilità basato su blockchain per le batterie dei veicoli elettrici. Il sistema, chiamato “Battery Passport“, consente di monitorare l’intero ciclo di vita delle batterie, dalla produzione al riciclo, garantendo trasparenza e tracciabilità delle informazioni.

L’obiettivo principale del sistema è quello di migliorare la sostenibilità e l’efficienza del processo di produzione e riciclo delle batterie, riducendo l’impatto ambientale dei veicoli elettrici. Utilizzando la tecnologia blockchain, il sistema crea un registro digitale inalterabile che registra la storia di ciascuna batteria, compresa la sua origine, la produzione e l’uso. Inoltre, il sistema include una funzionalità di geofencing dinamico che consente di tracciare la posizione delle batterie e garantire che vengano riciclate nelle strutture appropriate. Ciò assicura che le batterie vengano gestite in modo responsabile e che i materiali preziosi possano essere recuperati in modo efficiente, contribuendo così alla circolarità dei materiali e alla riduzione dei rifiuti elettronici.

4. Conclusione

Nel prossimo futuro, con l’adozione diffusa dei passaporti digitali, ci troveremo di fronte a un cambiamento paradigmatico nel settore automotive. La raccolta estensiva di dati certificati da milioni di veicoli offrirà opportunità senza precedenti per l’analisi statistica e predittiva, aprendo nuove frontiere nel marketing, nella sicurezza preventiva e oltre. 


Questo vasto oceano di informazioni consentirà ai produttori di anticipare le esigenze di manutenzione, migliorando l‘affidabilità e la sicurezza dei veicoli, mentre le compagnie assicurative potranno sviluppare polizze più personalizzate e vantaggiose per gli utenti. Nel contempo, le strategie di marketing, grazie ad una profilazione certificata e trasversale ai diversi settori, potranno essere affinate come mai prima d’ora, mirando a soddisfare le esigenze dei consumatori con una precisione chirurgica e innescando un coinvolgimento ad un livello mai visto prima. La disponibilità di dati dettagliati e affidabili trasformerà anche l’usato, rendendolo un mercato più trasparente e sicuro, incentivando comportamenti a favore di un’economia circolare e sostenibile.

Vuoi scoprire di più sulla tecnologia blockchain
e su come puo' far crescere il tuo business?

|   Chi siamo

KNOBS è una società di sviluppo software specializzata in tecnologia blockchain. Dal 2014.

|   KNOBS srl

Bastioni di Porta Volta, 9
20121 Milano (MI) – Italia
info@knobs.it
knobs@legalmail.it
P. IVA 08560240965
SDI X2PH38J

|   Orari di apertura

Dal lunedì al venerdì 9.00 – 18.00

|   Seguici

|   Newsletter

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito il nostro PDF
Blockchain in parole semplici